The Witcher 3: Un paragone fra la versione PS4 e quella per Nintendo Switch da Digital Foundry

The Witcher 3: Un paragone fra la versione PS4 e quella per Nintendo Switch da Digital Foundry

13 Giugno 2019 Off Di Raffaele Fasano

Quando fu lanciata Nintendo Switch, pochi si aspettavano che sulla console ibrida della casa nipponica giungessero titoli di terze parti di grande rilievo. Fortunatamente per gli acquirenti della console non è stato così. In quest’ultimo anno molti titoli di grande spessore hanno ricevuto un porting più o meno riuscito sulla console. Ultimo di questa generazione sarà l’appena annunciato The Witcher 3 che uscirà nel corso di quest’anno, anche se non è nota la data precisa di rilascio.

Cominciamo dando un’occhiata al video:

In primis si nota subito il downscale della risoluzione del gioco, che passa a 720p nella versione fissa della console per scendere ancora a 560p nella versione portatile. L’altro downscaling che si nota è un effetto aliasing molto marcato, che però tende naturalmente a sparire se si gioca sul piccolo display della console della grande N. C’è stato sicuramente un drop verso il basso anche per il motore grafico: gli ambienti sono molto più spogli (in stile Zelda) e i dettagli dei personaggi a distanza si vedono molto meno, così come il realismo delle foglie che sembra ampiamente diminuito. E c’è ancora molto da scoprire nel video dei ragazzi di Digital Foundry, ma a questo voglio aggiungere un parere personale. Secondo me è un ottimo lavoro. Partiamo dal fatto che l’hardware di Nintendo Switch è molto più vicino a quello di un tablet che a quello di un pc, al contrario di quello che accade per la console di Sony. Il processore infatti è un semplice Tegra X1, che nvidia per esempio ha montato nella sua Shield per poter giocare ai giochi per device mobili su schermo grande. Il lavoro svolto dai porter è stato egregio, e sinceramente non vedo l’ora di poter giocare a The Witcher 3 stando comodamente spaparanzato sul letto, in fondo non è il sogno di ogni player?