Team Australiano di Overwatch sotto inchiesta

Team Australiano di Overwatch sotto inchiesta

24 Settembre 2019 0 Di Raffaele Fasano

I giocatori sono accusati di aver indicato ai loro affiliati di scommettere su partite organizzate.

La squadra australiana di Overwatch Contenders è stata accusata di legami con la criminalità organizzata e di partite truccate, come riportato da Polygon.

Il sito di notizie australiano ABC ha parlato con la Sporting Integrity Intelligence Unit del dipartimento di polizia di Victoria e ha pubblicato che una lega locale è stata collegata al crimine organizzato. Alcune “anomalie nelle scommesse” sono state identificate nelle partite con quella specifica squadra. Le otto squadre di Contender sono Athletico, Ground Zero Gaming, Legacy Esports, Melbourne Mavericks, Mindfreak G, Order, Sydney Drop Bears e Warriors, ma la squadra in questione non è stata dichiarata. Neil Paterson, vice commissario della polizia di Victoria, ha dichiarato: “Non esiste una prova indicante una specifica persona come proprietario di una squadra di esport”. Ma l’unità di intelligence ha basato le proprie indagini sul vedere persone con una reputazione particolare invadere quest’area di gioco virtuale, che normalmente non li vedrebbe interessati. Inoltre, ci sono affermazioni secondo cui due giocatori della squadra dei Contender australiani avrebbero detto ai loro associati di scommettere su determinate partite. Il mese scorso, sei giocatori di Counter-Strike: Global Offensive sono stati arrestati nell’ambito di un’altra indagine sulle partite truccate. All’epoca, Paterson affermò, “Esports è davvero un’industria sportiva emergente e con ciò arriverà anche la richiesta di poter scommettere sugli esiti di tornei e partite. È importante che la polizia e le altre agenzie delle forze dell’ordine, dei giochi e delle scommesse continuino a lavorare insieme per colpire qualsiasi attività sospetta. ” Paterson si aspetta che “dozzine” di persone possano essere coinvolte nelle indagini e che un totale di $ 30.000 potrebbero essere stati vinti su partite potenzialmente truccate. Se condannati, i trasgressori possono rischiare una pena detentiva fino a 10 anni.