Giocare in quarantena: terapeutico e gratuito

Giocare in quarantena: terapeutico e gratuito

14 Aprile 2020 0 Di Raffaele Fasano

Giochi gratis online: novità e retrogaming

La stessa dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha dichiarato che i videogiochi possono essere una terapia e un passatempo durante il periodo di lockdown. Tant’è che ha lanciato una nuova campagna, #PlayApartTogerther in collaborazione con grandi aziende del settore come Activision Blizzard, Snap Games, Amazon Appstore, Twitch, Big Fish Games, Riot Games, YouTube Gaming e Zynga. Certo, questo non significa che l’Oms ha fatto un passo indietro: i disturbi da videogiochi rimangano, ma la situazione di emergenza fa sì che anche due apparenti nemici possano unire le forze per combattere il virus. E dunque l’idea è di diffondere un messaggio positivo attraverso i giochi online.

Ma le iniziative ludiche durante la quarantena non si limitano a questo. Sono molti infatti i giochi gratuiti disponibili online. A partire dai codici messi a disposizione da Matteo Sciutteri, fondatore della indie game company RuneHeads: un file Excel che racchiude le chiavi d’accesso a moltissimi giochi per PC e Console. Purtroppo la maggior parte dei giochi è andata esaurita in poco tempo, ma abbiamo ancora possibilità di recuperare qualche titolo gratuito attraverso Steam. Anche la piattaforma di giochi infatti comprende una buona selezione di titoli free-to-play. Abbastanza da tenervi occupati per ore durante la quarantena.

Non vi basta? Potete sempre buttarvi a capofitto nei vecchi titoli e riscoprire alcuni dei classici che hanno fatto la storia dei videogiochi. Trovate centinaia di titoli sul sito retrogaming.cc, compreso emulatori per vecchie console. E se volete ritrovare qualche vecchio gioco, rinfrescarvi la memoria e ammirare le bellezze del passato, fatevi un giro su The Internet Archive, un luogo virtuale magico in cui riscoprire perle rare in video.

Sovraccarico online

Per chi gioca online, in questo momento potrebbe essere difficile mantenere la stessa qualità di gioco. Il sovraccarico della rete in questi giorni può portare a delle difficoltà tecniche (Tim ha già registrato un +75% di traffico, la maggior parte dovuta a giochi online) e può essere frustrante dover interrompere la partita proprio sul più bello o non godersi al massimo delle prestazioni il momento dello scontro finale. Purtroppo non c’è molto che possiamo fare al momento, ma rimane il consiglio di provare ad usare una VPN per giocare. Come funziona una VPN? Crittograferà e codificherà il traffico della tua rete stabilizzando la connessione e impedendo al provider si individuare le attività online. Non sempre è la soluzione ottimale, ma di certo vi può aiutare a stabilizzare la rete.

E mentre aspettiamo la fine del lockdown, non ci resta che augurarvi un buon gaming a tutti!

E se durante la quarantena vi coglie la noia, tornate su Nerdworld.it per restare sempre aggiornati su tutto quello che riguarda il mondo Nerd!