Fuchsia: il possibile sostituto di Android ha ora un sito dedicato ai developer

Fuchsia: il possibile sostituto di Android ha ora un sito dedicato ai developer

1 Luglio 2019 0 Di Raffaele Fasano

Dopo aver dato una mano nel far sparire sistemi come Symbian e BlackBerry, Google vuole assicurarsi che se un giorno Android venisse sostituito da qualcos’altro o diventi troppo obsoleto, ci sia già un successore pronto al lancio. Quindi l’azienda di Mountain View ha creato un team di 100 persone per creare Fuchsia OS, una nuova piattaforma open source. Come indicato da Android Police in questi giorni Google ha lanciato il sito destinato agli sviluppatori Fuchsia.dev. Questo nuovo sistema operativo non utilizza il Kernel Linux come fatto da Android e Chrome OS, bensì il Zircon microkernel; un microkernel è il praticamente il minimo indispensabile affinchè un sistema operativo funzioni. Ovviamente questo renderà Fuchsia molto diverso da Android, ma grazie alla piattaforma Flutter SDK, gli sviluppatori potranno convertire le app del robottino sul nuovo sistema operativo molto velocemente.

Lo scorso novembre, Fuchsia OS ha aggiunto il supporto al processore di Huawei Kirin 970 ed il sistema operativo è stato caricato con successo sul Honor Play. Per quanto questa notizia possa essere bella, c’è ancora molto lavoro da fare per poter rimpiazzare un sistema operativo che l’85% degli smartphone in circolazione utilizza.

Noi Nerd amanti delle novità, non possiamo che gioire quando avvengono questi cambiamenti che smuovono le acque in un mondo, quello degli smartphone, ormai troppo fermo dal punto di vista software. Voi cosa ne pensate? riuscirà Fuchsia a scalzare Android?