Dead by Daylight inserisce penalità per disconnessione

Dead by Daylight inserisce penalità per disconnessione

12 Febbraio 2020 0 Di Raffaele Fasano

Sopravvissuti e killers arrabbiati di Dead by Daylight ora dovranno finire ogni partita a meno che non vogliano essere puniti per aver lasciato lo scontro.

Il gioco horror multiplayer 4v1 Dead by Daylight ha avuto un problema con le persone che si disconnettevano. Metodo di protesta contro altri giocatori o contro il gioco stesso. Causando l’annullamento della partita per tutti se il killer quittava o se i sopravvissuti rimanenti si ritrovassero ancora meno causa quit di un giocatore. Il sistema di penalità per disconnessione è stata una funzionalità molto richiesta ed è stata testata nel dicembre del 2019.

Oggi il sistema di penalità è stato riabilitato su PC, PlayStation 4 e Switch (con Xbox One a seguire una volta abilitati i server dedicati sulla piattaforma). Questo sistema punirà coloro che si disconnettono da una partita spesso, più di chi occasionalmente di disconnetterà. Infatti, la penalità che impedisce ai giocatori disconnessi di partecipare a una nuova partita, peggiorerà ogni volta. Il timer di ricollegamento per disconnessione inizierà a 4 minuti e peggiorerà ad ogni infrazione. “Il nostro obiettivo con questa funzione è di scoraggiare i giocatori dall’abbandonare le partite e servirà anche ad un secondo scopo. Escludere gli utenti che sono già in uno stato mentale negativo dal rientro nel matchmaking fino a quando non avranno avuto la possibilità di riprendersi”. I giocatori non saranno in grado di aggirare il blocco nemmeno unendosi a un gruppo di persone, in quanto ciò aggiungerà la penalità di disconnessione attiva al gruppo.