Convoy: A Tactical Roguelike – Recensione

Convoy: A Tactical Roguelike – Recensione

14 Aprile 2020 0 Di Raffaele Fasano

Presentazione:

Convoy è un videogioco tattico stile Roguelike come da nome, ambientato in un indefinito futuro post-apocalittico con grafica pixel art e visuale isometrica. La nostra missione è semplice: riparare la nostra astronave distrutta trovando i pezzi necessari viaggiando con il nostro convoglio di veicoli in uno scenario desertico pieno di missioni e segreti.

Gameplay:

Una volta aperto il gioco ci ritroveremo di fronte ad un menù molto semplice che ci permetterà di avviare un tutorial, dalla durata di circa 10 minuti, che ci illustrerà le principali caratteristiche del gioco. Impareremo subito a muoverci con i nostri veicoli, apprendendo manovre di attacco e di difesa. Ci sarà infatti un veicolo principale che il convoglio dovrà difendere e, per farlo, potremo usare delle abilità speciali, come l’attacco EMP, che ci aiuteranno nell’arduo compito di eliminare i nemici presenti sullo schermo.

Il menù, molto semplice, ci permetterà di avviare un tutorial rapido.

Durante il gioco ci verrà illustrato come aprire una mappa 2D interattiva, che sarà utile per muoversi nello scenario di gioco. Come prima cosa dovremo raggiungere la nostra base principale. Lì sarà possibile riparare e potenziare i nostri veicoli con diverse combinazioni di armamenti essenziali per uscire vincitori dalle diverse battaglie. Muoversi nella mappa interattiva non è così semplice: bisognerà tenere d’occhio diversi indicatori, come quello della benzina, che scenderà mano a mano durante il nostro viaggio.

In base alle scelte che intraprendiamo durante il gioco, potremmo trovarci di fronte a scontri di tipo tattico o ad un dialogo basato sulle scelte. In ogni caso il nostro compito è far si che il convoglio rimanga al sicuro dai predoni. Se dovessimo fallire, il gioco finisce: si dovrà cominciare una nuova partita.

Grafica e comandi:

Come già preannunciato, la grafica di Convoy si presenta semplice però spesso inefficace. Forse proprio a causa dello stile adottato, spesso può risultare difficile compiere determinate azioni dato che lo stile grafico può far risultare tutto molto meno intuitivo. L’HUD, almeno inizialmente, è chiaro e fruibile, ma dopo diversi potenziamenti del convoglio diventa sempre più confusionario. Un’altra pecca che ho notato è la poca area visiva che si ha mentre si gioca. Quando si combatte infatti tutto sembra come essere forzatamente delimitato in un’area molto piccola. Nonostante questo, però, mi sono divertito a giocare e a rendere il mio convoglio sempre più potente. Ottima anche l’idea del permadeath che costringe a giocare in maniera più concentrata. La selezione della difficoltà non sembra cambiare considerevolmente l’IA dei nemici ma perlopiù la potenza dei loro attacchi. Alla difficoltà più bassa è molto facile ingaggiare e vincere scontri con avversari di livello considerevolmente più alto.
Divertente anche il cambio dello scenario: il tutto si ambienta principalmente nel deserto ma è facile trovare strade battute o ponti sospesi da oltrepassare. Grande pecca invece la mancata localizzazione in italiano.

Un’area di gioco più grande poteva potenzialmente migliorare l’esperienza complessiva di gioco.

Conclusioni:

Non ho giocato a molti Roguelike, ma pur essendo un gioco di uno studio molto piccolo, può essere potenzialmente divertente anche se a tratti rischia di diventare ripetitivo.
Credo che Convoy sia un gioco più adatto ad una piattaforma mobile come Nintendo Switch piuttosto che a una console fissa come PS4. Creare e potenziare il tuo convoglio mentre sei in viaggio in aereo o in attesa del treno in stazione può essere un ottimo passatempo per trovare un buon grado di sfida in un gioco che non cerca di sorprendere i videogiocatori con meccaniche mai viste.

Hai letto le nostre altre RECENSIONI sul sito? Ricordati anche di dare un’occhiata alla nostra pagina FACEBOOK

  • Storia
  • Grafica
  • Audio
  • Gameplay
  • Rigiocabilità
2.3